Ryder Cup, qualcosa si muove a livello economico

Una notizia di stampo economico passata quasi inosservata sui media nazionali lascia però un buon sapore in bocca a noi golfisti.

In previsione della Ryder Cup di Roma 2022, la tedesca Phoenix Development e la Sorgente sgr hanno siglato una partnership per investire 400 milioni di euro in trophy asset tra Venezia, Milano e Firenze.

IMG_9036

Attraverso il fondo Re Development (gestito da Sorgente sgr e Phoenix Development), si effettueranno investimenti per lo più in immobili residenziali (esistenti o da sviluppare), ma anche -ed è qui che la cosa si fa interessante- in strutture golfistiche italiane (campi, club house, hotel, foresterie, uffici).

Insomma, nonostante se ne parli poco, la Ryder italiana, a quattro anni dalla disputa al Marco Simone, pare inizi a smuovere gli interessi degli stranieri per il golf italiano.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *